La demolizione del Vinosauro di Radda

Il Comune di Radda è stato di parola, entro la fine dell’anno sono state ultimate le demolizioni di quell’osceno edificio mai completato, che nelle intenzioni, avrebbe dovuto essere un centro di stoccaggio e di imbottigliamento del vino, posto ai piedi della splendida frazione di Volpaia.
Un pensiero al compianto Sindaco di Radda, Giorgio Bianchi, che già all’inizio degli anni ’80, teorizzava che una ferita del genere per il paesaggio, sarebbe stata sanata solo con la demolizione dello scheletro incompiuto, un monumento allo spreco e al cemento.
Il mostro di 45.000 metri cubi non esiste più, saranno triturati gli inerti di cemento, saranno riciclati i metalli recuperati. Il paesaggio raddese, ne trae sicuramente conforto.

Questa voce è stata pubblicata in Chianti Storico, Etruscany, Federica, Fotografie 2022, italians, La Porta di..... e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...