Montevarchi: siringhe nel sottopassaggio ferroviario

“Questi ragazzi si stanno buttando via”. Queste le parole sospese fra il commosso, il sorpreso e l’indignato, dell’Agente della Polizia Municipale a cui è stata segnalata la presenza di un paio di siringhe gettate in terra nella discesa d’ingresso del sottopassaggio ferroviario.
In quelle scarne, ma significative parole, sta l’amarezza dell’uomo che vede gettato via il dono più prezioso e importante quale è la vita.
Non sono due siringhe buttate in terra in un posto dove passano centinaia di persone e bimbi al giorno a far gridare all’emergenza e a richiedere l’intervento massiccio di forze armate e di controllo del territorio.
Sono solo un piccolo segnale di disagio all’interno di tempi strani e frenetici nei quali sarebbe auspicabile la coltivazione di medici, maestri, educatori, operatori del sociale, che andrebbero paracadutati oltre le linee dell’egoismo, della superficialità e della bramosia da quattrino, che sono, di fatto, le linee guida dei tempi correnti.
Poi, un incontro fortuito, nel lungo viale del cimitero con una signora che prova ad attaccare discorso e trova terreno fertile.
Era stata a trovare figlio e marito recentemente scomparsi causa virus, che lei ha combattuto e vinto e si trova reduce solitaria affranta dal dolore.
Dora ha ben chiara una cosa: il valore della vita e il fatto che non la si debba buttare via.

Questa voce è stata pubblicata in andrà tutto bene, Fotografie 2021, Porcate e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...