Il restauro della Rana Beona di San Sano

Una lieta notizia che riguarda il piccolo borgo chiantigiano di San Sano, dove la mitica opera della “Rana Beona”, da un’idea di Ferdinando Anichini, messa in opera dallo scultore Plinio Tammaro, verrà ripulita da muffe e licheni nella base di travertino, le cannelle dell’acqua, saranno stasate dal calcare e la rana di bronzo rimessa a nuovo, da parte di una ditta specializzata di Greve in Val di Pesa.

La “granocchiona che beve dal fiasco” che ha dato il nome ad una prestigiosa rassegna d’arte per le vie del paese, portando tanti personaggi della cultura e dello spettacolo e a un gruppo teatrale che hanno datotanto  lustro e vivacità al paese. Fonte: La Nazione

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2020, persone e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...