I girasoli di Van Gogh

Poco prima, che a ranghi alterni, quei petali che attirano un ronzare continuo sfioriscano e rendano secca e brulla questa parte d’estate dove si batte il grano, lasciando campi aridi e gnudi, ma con i forni che innalzano il profumo del pane, con le arnie da cui gronda fresco, il miele di girasole, in cui attingere dita.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Berardenga, Federica, Fotografie 2020 e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...