Messaggio del presidente Pertini

omaggio - sandro pertini

Per sette anni di seguito un vecchio arnese sovversivo è entrato nelle case la notte di capodanno, non dal camino come la befana, ma dalla televisione dai colori ancora pallidini in una conversazione pacata e schietta delle cose belle, ma anche delle tante cose brutte in cui affogava il nostro paese ai tempi di Pertini.

C’erano il terrorismo e la criminalità che da ali estreme e forse anche convergenti stremavano speranze e sogni di intere generazioni.

Elettrico e irascibile, ma con la calma di chi ha maturato e affinato il modo e il tempo di accendere la pipa nei quindici anni di galera e di confino patiti e con poche, secche, scarne parole prive di fronzoli, riportava in terra il palazzo più in alto al livello dei problemi della gente.
E se ai tempi di Pertini, come ora, c’era un’indegna corruzione, questo grande omino piccino che non aveva mai aspirato a cariche e riconoscimenti, ammetteva di aver fatto sempre il proprio dovere, con le mani pulite.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Federica, persone, Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...