Matteo Renzi: a Borgo Scopeto il corso della scuola italiana di potatura della vite con Sirch e Simonit, quelli che hanno inventato il guyot con Angelina Jolie, Vittorio Cecchi Gori e la Natalina della Lavazza. Poi si cena di galletto indiano da Bagoga a Siena e si fa alla romana

renzi all'attacco

C’ho tre cose in comune con Angiolina Jolie: s’è fatto insieme i corso di marconista alla Scuola Radio Elettra di Torino quando s’era ragazzi e si voleva sfondà ni mondo dello spettacolo, ci s’anno dei parenti a Dicomano, io uno zio, lei un paio di cugini da parte di babbo e ci s’hanno nell’orto una dodicinaia di viti da curare e ci si capisce poco su come fare a potarle.

Io ho dieci viti di marvagia e due d’uva fragola, lei dieci d’uva fragola e due di malvasia, siamo uguali anche in questo.
L’attra sera mi telefona Profumo, quello di Monte de Paschi per chiedermi se mi interessava fare i corso di potatura vite a capo e razzolo inventato da Marco Simonit e Pierpaolo Sirch. Lo fanno a Borgo Scopeto, che non è lontano da Roma e alla stessa distanza dalla casa di Pontassieve della mi socera. Si pole fare.
Disdico una riunione con Panatta e Barazzutti per parlare di brace d’alloro e una con l’architetto Melandri della commissione edile di Firenze che boccia di continuo l’apertura di un chiosco edicola – lampredotteria del mi babbo in piazza della Signoria e dico all’Angiolina di pigliare il primo volo da Ollivud allo scalo Sambuca-Tavarnelle (fra il Coli e la Carapelli) che poi mando una gippe della Racchetta per scortalla a Borgo Scopeto.
Vengano Vittorio Cecchi Gori, Gaddo della Gherardesca che ha una pergola d’uva da tavola sul lungo mare di Ladispoli, il barone Ricasoli (che ha qualche vite nei dintorni del castello di Brolio) e la Natalina che faceva la pubblicità alla Lavazza con Nino Manfredi e vole fare una nuova esperienza lavorativa.
Borgo Scopeto si trova fra Vagliagli e Corsignano e a tutti i partecipanti al corso regalano un cartone misto da 12 coi di vini di Caparzo e di Borgo Scopeto, a me anche un lecca lecca al diacciolo di menta e la figurina di Desolati quande giocava centravanti della Fiorentina.
Simonit e Sirch hanno spiegato un monte di cose e fatto vede un monte di disegni, però c’erano degli omini anziani che ascoltavano e ridevano come matti.
Ho mandato Cecchi Gori a sentire il perchè e gl’hanno detto che il loro nonno quando erano piccini, (e si parla della fine dell’ottocento) potava le viti a quella maniera senza che la facesse così palloccolosa.
Mi sa che quei due sono più geni di me che si sono inventati una pratica per campare sugli antani e ci girano il mondo.
Simone, il direttore di Borgo Scopeto, a fine corso ci ha fatto un rinfreschino a base di porchetta e gamberoni di scoglio del Monte Amiata innaffiati di un prosecchino dell’Aspromonte.
Si cincistia un pochino per fare le otto e viene a pigliacci un camion del Reggimento Folgore e un pulmino dei pompieri per portarci tutti a Siena a cena da Bagoga, La Grotta di Santa Caterina pe capissi, uno dei posti più meglio che ci siano in questo mondo balordo.
Ribollita, peposo, stuzzichini con i caci di ogni tipo, ribollita o tagliatelle al sugo di nana e solo per me, una porzione di galletto indiano e un rinforzino di zuppa di fagiano.
Cecchi Gori ha detto una bischerata. Il galletto indiano gne ne ho dato un pezzettino, gli pareva dromedario, invece quando è passato Bagoga ci ha detto che è solo tacchino con le spezie. Si paga alla romana, nel senso ognuno per se che le casse dello stato le son vote.
Non s’abbia a dire che siamo ni giro delle approfittazioni capitali anche noi.
Simonit e Sirch un sono venuti: avevano da finire di marginalizzare le viti della Porta dei Bischeri li vicino a Vertine insieme a Zaccaria Problemi.
Da Bagoga si mangia proprio bene e sicuramente ci torno con la mi socera.
Sempre forza viola.

Questa voce è stata pubblicata in matteo renzi e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

0 risposte a Matteo Renzi: a Borgo Scopeto il corso della scuola italiana di potatura della vite con Sirch e Simonit, quelli che hanno inventato il guyot con Angelina Jolie, Vittorio Cecchi Gori e la Natalina della Lavazza. Poi si cena di galletto indiano da Bagoga a Siena e si fa alla romana

  1. francesco ha detto:

    Oggi Renzi è stato ricevuto in Vaticano da Papa Francesco, come ha fatto a far fronte a tutti questi impegni in una sola giornata……….. e in posti diversi?

    Mi piace

  2. Andrea Pagliantini ha detto:

    E’ semplice Francesco, ho contattato l’ufficio stampa del nostro super eroe e mi hanno detto che in Vaticano dal papa è andata la socera di Renzi con una vassoiata di crostini neri.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...