Vespa

Non Bruno che non ci sarebbe niente da dire, ma  il famoso motorino brevettato il 23 aprile 1946 su progetto dell’ ingegnere aereonautico Corradino D’Ascanio che di li a breve avrebbe cambiato il modo di muoversi e le distanze per tante generazioni di persone.

Con il parabrezza d’inverno poi era ancora più bello andare in perlustrazione dell’ignoto sentiero che ne portava ad un altro e poi un altro e poi un altro ancora che faceva credere di essere dentro il film Cenerentola di Vacanze Romane o, il vespino triller di Caccia al ladro e le generazioni dopo, le fisse di Nanni Moretti.

A volte finiva la miscela e c’era da pintare.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura. Contrassegna il permalink.

0 risposte a Vespa

  1. Stefania ha detto:

    Quanti km hai fatto e quante “brinate” hai preso con la vespina celeste…un monumento!

    "Mi piace"

  2. anna maria ha detto:

    Sembra che sia passato più di un secolo da quando la guidavo anch’io con le gonne al vento!!! (erano gli ultimi anni degli anni 50!!!)

    "Mi piace"

  3. Andrea Pagliantini ha detto:

    La vespina celeste c’è ancora, immatricolata 1984, a breve la rimetto in sesto, ma è poca cosa nei confronti di chi a bordo di una vespa nel 1948 appena ragazzotto piovve a Vertine dalla capitale e si innnamorò di questi luoghi…. Anna Maria ne dovrebbe sapere qualcosa…

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...