Federica Coradduzza

federica-coradduzza

Lo sguardo quella sera era concentrato sulla bellezza del tuo volto sereno affacciato alla finestra mentre scorrevano cadenzate dal suono di tamburi e chiarine le comparse del corteo storico del Palio di agosto mentre avevi uno sguardo di una dolcezza infinita.

Sono felice per aver avuto il privilegio di conoscerti e di non avere parole che non ti ho detto.

E mancherai moltissimo alle persone ti hanno conosciuta. E a me mancherai per la tua bellezza e per quella fibra di fronte alle difficoltà, per quei libri e quel cinema condiviso, per la ferma pacatezza con cui spiegavi e manifestavi opinioni, per il bene ti voglio e per come sei. Per come la vita ti ha rubata, il peso infinito di non rivederti.

Ho voglia di piangerti in silenzio.

Questa voce è stata pubblicata in La porta di Vertine, persone e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

0 risposte a Federica Coradduzza

  1. Elisabetta Viti ha detto:

    Si,Andrea. La piangeremo in tanti.
    In ricordo delle sua vitalità e dolcezza.E non verrà dimenticata.

    Mi piace

  2. annarita follone ha detto:

    Ciao Fede,
    l’istinto è quello di montare in macchina e raggiungerti per un estremo ultimo saluto. Ma la ragione dice di fermarsi ed ascoltare il cuore…. Tu sei lì, sei nei miei pensieri, sei nei miei ricordi, un’amica più che una cugina.
    Una confidente con la quale parlare veniva spontaneo per la tua grande capacità di analisi delle situazioni e delle relazioni.
    Una persona generosa, positiva e sincera che affrontava ogni cosa con la giusta considerazione.
    Impossibile dimenticare ore serene e divertenti di giornate speciali condivise.
    Il tuo spirito arguto, i tuoi commenti sagaci, la tua grande conoscenza saggia delle cose, la battuta sempre pronta a sdrammatizzare.
    E’ vero mi mancherai moltissimo. Ti voglio bene.
    Non ho voglia di lasciarti andare ora, ora che non tornerai……
    Ciao Fede.
    Annarita

    Mi piace

  3. Annamaria Sancesario ha detto:

    Ciao piccola Fede,hai trovato un modo un po’ estremo per essere presente al 50° anniversario del nostro matrimonio,non trovi?Ci toccherà guardare fisso il sole ad occhi ben aperrti per simulare il pianto.
    Quel giorno la nostra festa sarà PIENA della tua ASSENZA I tuoi vecchi cugini che non ti dimenticheranno mai Annamaria e Tonio

    Mi piace

  4. Gavino Coradduzza ha detto:

    Quel volo che hai preso, figlia mia, è partito con troppo, insopportabile,
    anticipo. Papà non sa dirti altro che ” fai buon viaggio, figlia mia”

    Mi piace

  5. Gavino Coradduzza ha detto:

    Il volo che hai preso, figlia mia, è partito con troppo, insopportabile anticipo. Papà può dirti soltanto “fai buon viaggio, figlia mia.

    Mi piace

  6. Pingback: La Finestra di Stefania » Federica Coradduzza un calice di stelle sarà sempre per te…

  7. Marcella Carrieri ha detto:

    E’ stato semplice volerti bene…
    Ultimamente ci siamo viste pochissimo, ma l’intensita’ della nostra amicizia mi fara’ compagnia. Non ti dimenticheremo mai zia Corad…
    Un abbraccio immenso possa scaldarti per sempre…ovunque tu sia…

    Marcella

    Mi piace

  8. Andrea Pagliantini ha detto:

    Gavino, quanto le sto per dire esula dal dolore e dalla tristezza legata a questo momento.
    Sono parole che le avrei potuto dire in un qualsiasi istante, a maggior ragione in un momento di felicità o nella pura quiete della normalità quotidiana.
    Da padre non è nell’ordine naturale delle cose veder fuggire una figlia in questo modo, ma deve essere fiero di avere una figlia come Federica.
    Orgogliosa ma schietta, leale e onesta, bella e soprattutto tanto preziosa.
    Un forte abbraccio a lei e a tutta la famiglia.

    Mi piace

  9. antonietta aralla ha detto:

    Ti voglio bene….un abbraccio infinito in questo nuovo ed eterno viaggio.
    Ciao Federica.

    Mi piace

  10. Stefania ha detto:

    Non ti conoscevo se non per quel fenomeno della vita che si chiama Francesca…fra’…è che amo profondamente da circa 20 anni…per cui amo anche te Stefania

    Mi piace

  11. Rossano ha detto:

    Non l’ho conosciuta Andrea… ma le tue bellissime parole fanno intendere la persona che era… complimenti…

    Mi piace

  12. Chicca Follone ha detto:

    Carissima cugina…
    …sono passate piu’ o meno 24 ore …voglio immaginare che la nostra grande Madre in cielo sia venuta a prenderti.in questo mese Mariano, ad accompagnarti da Nostro Signore e darti il riposo e la pace gioiosa della Sua presenza. Questa imagine mi da` conforto. Hai finito di soffrire, cugina mia dolce! Adesso piangiamo noi la tua assenza….ma dobbiamo pensare alla grazia infinita di averti avuta qui con noi nelle nostre vite…vite che hai arricchito con la tua gioia, il tuo amore “familiare, non tanto come cugina di secondo grado, ma come sorella! Dalla nostra prima riunione di famiglia per i nostri nonni, e poi quando sei venuta al mio mamtrimonio e hai narrato a fumetti con la tua simpatia la mia storia con Paul, quando hai partecipato alle nostre feste di famiglia, quando hai portato aria di festa venendo a trovare la famiglia a Firenze, quando guardavamo le foto dei nostri nonni giovani, quando ero sollevata di sapere che eri in citta` a portare serenita` alle mie sorelle e i miei genitori mentre ero lontana…e come ti aspettavo con ansia questo Aprile qui in America per festeggiare insieme il piccolo Anthony… come speravo di rivederti tra pochi giorni i Italia…
    Sei stata un grande dono delle nostre vite, ti abbiamo amata e continueremo, ti siamo stata vicini nella preghiera e nel pensiero… Ora io sono molto grata per tutti i ricordi che mi legano a te, attraverso i quali ti sentiro’ presente, e mi auguro di riabbracciarti un giorno se Dio vuole…. “eh perche’ no?”. Un salutone anche da Paul e Anthony.

    P.S PER ANDREA:
    Anche se non ti conosco, intuendo il tuo grande affetto per la nostra Federica vorrei mandarti un abbraccio e ringraziarti per l’opportunita’ di darle omaggio e un “ultimo” saluto. Che Dio ti benedica!

    Mi piace

  13. Massimiliano ha detto:

    Ti saluto cara amica, ti ricorderò sempre per come ti ho conosciuta, per la persona speciale che eri!

    Mi piace

  14. Alessia ha detto:

    Fede……un legame di sangue ci legava..un legame troppo spesso spezzato da cose non degne, solo ora me ne rendo conto…ma in fondo un legame sempre saldo!Famiglia stana la nostra, ma unica nel suo genere! Un lasciarsi e ritrovarsi sempre….con il senso dell’umorismo che solo noi sappiamo avere, con una forte sensibilità, con la fierezza di essere dei Coradduzza!
    Ti voglio salutare così…con la certezza che da ieri in poi saremo più vicine, con la speranza che per te non sia la fine ma solo una nuova vita, nella quale porterai con te tutte le cose belle della tua vita terrena e nella quale troverai nuovi stimoli…nuove cose su cui sorridere come sai fare tu…nuove amicizie.
    Oggi sono lì…con tutta me stessa e spero che il mio abbraccio forte ti arrivi con tutta la sua affettuosa intensità! Ciao cugina…..troveremo il modo di incontrarci!
    Andrea……questo è il modo più bello che potevi trovare, in questo mondo “webbizzato”, di salutare Fede e chi le ha voluto bene!
    Alessia

    Mi piace

  15. Piero ha detto:

    Veramente difficile commentare la morte, specie se prematura e profondamente ingiusta : ti toglie il respiro e ti pone davanti ad un interrogativo che non avrà mai una risposta. Oggi ho assistito alle lacrime del mio fratellone maggiore Gavino, lacrime fatte di amore autentico e genuino di un padre che conserverà gelosamente nel cuore la nobiltà d’animo e la sensibilità della sua Federica. Sono episodi che toccano profondamente specie chi è genitore e sa quanto è forte quell’ideale cordone ombellicale che rimarrà per sempre indissolubile e che neanche l'”assenza” potrà indebolire. Il destino è un mare senza sponde che all’improvviso ti travolge e ti porta via, ma poi bisogna riemergere per dare una continuità a chi ci ha amato in terra e continuerà a farlo oltre la vita terrena. R.I.P. Federica . Piero

    Mi piace

  16. alessandra ha detto:

    ciao Federica,
    ho saputo solo ora che non ci sei più e nel mio pianto silenzioso non riesco a non sorridere ricordando tutte le volte che io e la fra ti abbiamo fatto incazzare prendendo di nascosto la tua vespa… era fantastico giocare a guardie e ladri
    un bacio grande “sorella grande”

    Mi piace

  17. roberta cito ha detto:

    federica cara,
    rubo per te le parole di saluto di Dario Fo al suo amore.convinta della felice opportunità che mi è stata data nella vita di averti conosciuto. sempre schietta sincera franca e intellettualmente onesta. ciao amica mia.

    “C’è una regola antica nel teatro: quando hai concluso non c’è bisogno che tu dica un’altra parola: saluta e pensa che quella gente che hai accontentato nel pensiero e nella parola ti sarà riconoscente. Ciao!”

    Mi piace

  18. francesca Coradduzza ha detto:

    Oggi ho salutato mia sorella! Un dolore troppo grande per dirlo con le parole…ma questa giornata giunta alla fine di mesi di sofferenza, mi ha permesso capire che nella mia vita ho avuto un grande privilegio, essere stata la sua piccola grande sorella! Chica mia, stai tranquilla che tuo nipote avrà modo di conoscere la sua madrina attraverso i miei racconti. Che tu possa finalmente riposare in pace.

    Mi piace

  19. Pingback: Federica Coradduzza un calice di stelle sarà sempre per te… | Food Blogger Mania

  20. vita ha detto:

    Federica…ti aspetto ancora a casa mia…….dopo il palio con la combriccola solita di Vertine!! questo desiderio purtroppo resterà insospeso…..

    Dopo aver letto tutti i saluti dei tuoi parenti non riesco più a fermare le mie lacrime che scendono copiose sul mio viso!!! il rammarico più grande che mi resterà è di non averti più rivista……perla del Salento…
    Ciao Vita

    Mi piace

  21. roberta poggesi ha detto:

    cara amica mia non riesco a credere che non tornerai più a Siena e a Vertine….ti sto aspettando….ho la sensazione che tu sia partita per un lungo viaggio…la tua mancanza mi pesa… mi mancano le tue risate, le tue battute ironiche ed argute, i tuoi preziosi consigli nei momenti di difficoltà…avevi sempre una parola preziosa per sdrammatizzare i momenti di difficoltà…non avrei mai creduto che tu saresti volata via così presto in cielo…non riesco ancora a credere che tu non tornerai più e ti continuerò ad aspettare e ti sentirò accanto e sarai sempre nei miei pensieri!
    Sono felice di averti conosciuto e di aver avuto la possibilità di condividere momenti allegri e speciali… la tua amicizia è stata preziosa e come dice il nostro comune amico Andrea ti ricordo come una persona orgogliosa ma schietta, leale ed onesta,vitale e dolce….ti voglio bene e spero che tu abbia trovato la pace dopo tanta sofferenza!
    Un abbraccio anche a tuo fratello Claudio tua sorella Francesca (che non sono mai riuscita a conoscere di persona ma della quale ho sentito parlare con tanto affetto e gioia da te ) tua madre e tuo padre conosciuto qualche anno fa a Siena!Addio amica speciale!!

    Mi piace

  22. monica ha detto:

    A Federica
    Ho ancora la forza, e guarda che ne serve, per rendere leggero il peso dei ricordi e far la conta degli amici andati e dire:
    -Ci vediamo piu’ tardi.
    Ciao amica mia, compagna di scuola della mia eta’ piu’ felice.
    Ritrovarci l’altra sera intorno a te che sembravi dormire, io Maria teresa e Sabrina, era di una dolcezza e di una naturalezza che sembrava irreale.
    Ancora insieme ,ancora tutte e quattro a ridere e ricordare i nostri momenti piu’ belli.
    La magia del momento ci aveva riportato indietro di 30 anni , giovani, spensierate, allegre a ricordare con te le nostre emozioni ,le nostre prime delusioni ed i nostri sogni.
    In quel momento la realta’ non era quella che stavamo vivendo, ti parlavamo, ti chiedevamo , ti chiamavamo , come se tu fossi ancora li’ tra noi e ti guardavamo aspettando che tu aprissi gli occhi all’improvviso e con una boccaccia ci dicessi:- Ve l’ho fatta amiche mie e’ tutto uno scherzo.
    Ciao amica ci mancherai tanto.
    Marisa e Gavino grazie per averci lasciato sole in quel momento magico ,come quando eravamo piccole e chiuse in quella stessa stanza ci raccontavamo tutti i nostri segreti ed i nostri sogni di fanciulle.
    Il mondo degli adulti doveva restar fuori dai nostri piccoli grandi segreti, come l’altra sera……la nostra ultima sera.

    Mi piace

  23. Andrea ha detto:

    Ho appreso la triste notizia che ha colpito Francesca e la sua famiglia.
    Dalla lettura di alcuni messaggi ho intuito che Federica è stata vittima di una lunga malattia; è purtroppo esperienza dolorosa che anch’io ho vissuto con mia madre, recentemente scomparsa.
    Sono ormai da molti anni lontano da Lecce, ma la distanza non impedisce la mia vicinza alla famiglia di Federica a cui esprimo grande affetto e cordoglio.
    Il dolce ricordo di Federica vivrà in me e sarà presente sempre nelle mie preghiere.
    Ciao Chica

    Mi piace

  24. Maura ha detto:

    Un dono prezioso averti avuto tra noi, un dolore immenso lasciarti andare, ti voglio bene cugina mia, ciao …

    Mi piace

  25. Roberto/Trescogli ha detto:

    Non conoscevo Federica ma condivido il vostro dolore.

    “E ricordati, io ci sarò. Ci sarò su nell’aria. Allora ogni tanto, se mi vuoi parlare, mettiti da una parte, chiudi gli occhi e cercami. Ci si parla. Ma non nel linguaggio delle parole. Nel silenzio.”
    Tiziano Terzani

    Mi piace

  26. Andrea Pagliantini ha detto:

    Questa mattina a Radda in Chianti c’era una degustazione alla cieca fra Sangiovesi di Radda e Sangiovesi di Montalcino alla quale non c’era molta voglia di partecipare alla luce di quanto accaduto.
    Però due ore trascorse ad assagggiare è diventato un modo per ricordare una persona che di vino si occupa da oltre dieci anni pur non essendo direttamente coinvolta nella produzione di uva o nella vinificazione.
    Dopo gli assaggi e scambi di opinioni sui vini, nella sala è stata ricordata una bella vite di negramaro con le radici pugliesi e l’apparato fogliare chiantigiano.

    Mi piace

  27. Luigi Sorrento ha detto:

    Federica carissima,
    Cosa dire? Non lo so, quando sentii parlare di te anni addietro era per bocca della mia mamma, che era collega e amica della tua, lei era così, quando qualcuno era nel suo cuore ne parlava sempre…… e allora mi parlava di tua mamma, di te, di Francesca, Claudio,…… e anche di Nello.
    E’ sempre bello vedere le vere amicizie, e la vostra tale era anche nei momenti più bui quelli del calvario della mia mamma.
    Dopo di che per noi la vita ha preso una piega differente, lontana dalla nostra amata Lecce, a Milano io a Siena tu.
    Ricordo i miei post deficienti per qualche donnetta da poco che non ci stava preferendomi altri magari di differente colore, la malattia che ne facevo e il lascia perdere che mi consigliavi tu condite da incavolture tue quando i miei post sfociavano nel razziale.
    Poi ti compiacesti di me quando mi passò l”ubriacaura’.
    Non ti vedevo più collegata, non vedevo piu i tuoi post, vedevo che non rispondevi ai miei auguri di compleanno e non riuscivo a capire il perchè senza neanche immaginare che lo stesso calvario della mia mamma era diventato anche il tuo.
    Come lei anche tu sei andata via troppo presto, adesso mi piace immaginarvi insieme lassù…….
    Riposa in pace Federica.
    Luigi

    Mi piace

  28. Pensa a una cosa bella se puoi…come usi dire tu…Di solito queste parole le dico io agli altri, il 30 maggio invece le hanno dette a me…Ti lascio solo un piccolo pensiero cara amica mia letto su una pagina, ma mai come ora appropriato: parlerò con te mio Dio, posso? Col passare delle persone non mi resta altro che il desiderio di parlare con te. Amo così tanto gli altri perchè amo in ognuno un pezzetto di te. E tu eri così, decisa e determinata, ma serena e gioiosa all’occasione che continuerai ad amarci e volerci bene, solo come sai fare tu…

    Mi piace

  29. Manuela Trianni ha detto:

    Io devo ringraziare Facebook per averti ritrovata e aver potuto partecipare più da vicino alla tua Vita…
    Il mio primo ricordo di te è purtroppo la tua prima malattia, ricordo le telefonate di mia mamma alla tua e ai miei zii di Genova per sapere come stavi! Già allora non riuscivo a credere che ad una bambina fosse toccato tutto questo! Poi la felicità della tua guarigione!
    Poi ci siamo ritrovate qualche anno fa al matrimonio di una parente comune e la tua simpatia mi ha travolto, ma per me eri rimasta sempre un mito, perché avevi sconfitto QUEL male….
    Proprio per questo è stato ancora più difficile accettare la nuova malattia… Ti ho pensata sempre, credimi, e ho sperato che la tua forza fosse tale da sconfiggerlo di nuovo….
    Invece sei volata via lasciando dietro di te il ricordo di un meraviglioso sorriso, di un carattere solare nonostante tutto, e un affetto che spero continuerà a legare tutti noi che ti abbiamo voluto bene!
    La tua “cugina” Manu

    Mi piace

  30. marco rizzo ha detto:

    Cara federica…ho appreso la notizia dalla tv e sono rimasto sconvolto…conservero’ un ricordo bellissimo di te e dei nostri incontri a santa cesarea iniseme a carlo e chiara. Ci mancherai tantissimo…marco

    Mi piace

  31. Andrea Pagliantini ha detto:

    La rondine (sinonimo di piccola grande donna bellina) compie un viaggio lunghissimo per svernare e a primavera vola sui suoi passi in senso opposto ritrovando lo stesso nido di partenza diventato ora il cuore di quanti le vogliono bene.
    Girasoli, tisane con il miele, riso in bianco e tante ciliegie per una rondine quando ritorna in un muscolo che batte nel quale ha lasciato impronte.

    Mi piace

  32. tatiana tarantino ha detto:

    ho incontrato federica poche volte ma ricordo bene il suo bel sorriso. mi dispiace tanto per la sua vita spezzata e comprendo bene il dolore di chi ha vissuto con lei i mesi della malatttia.un abbraccio a francesca e claudio, miei cari amici.tatiana

    Mi piace

  33. Gavino Coradduzza ha detto:

    Ho letto,riletto e riletto tutto ciò che avete scritto per Federica. Cercavo uno spunto per abbracciarvi, tutti, per ringraziarvi; cercavo, cercavo e mi veniva sempre e solo la parola più semplice e più facile : GRAZIE.
    Io non conosco Andrea, anzi, non lo conoscevo. Oggi ne scopro la profondità di pensiero e di sentimenti; oggi scopro un “creatore di dolcezza” e mi inorgoglisce sapere che Andrea aveva sguardi teneri per Chicca. Grazie Andrea.

    Mi piace

  34. Andrea Pagliantini ha detto:

    Gavino, di un mese di maggio così piovoso non c’è traccia nei ricordi e nelle statistiche, il grano è tutto verde, i fiori stentano a diventare frutti, più che acqua penso siano lacrime della natura che si sommano ad altre lacrime che scendono copiose per l’assenza di qualcosa di bellino e prezioso.
    Faccio fatica a scrivere, ancora di più a parlare, però sua figlia è anche una trita cabasisi non indifferente.
    A due righe scritte in piena fretta per dare una risposta e ripartire veloce alle cose da fare, l’accento al posto dell’apostrofo sopra un pò (come scrivo ora) venne notato e ampiamente redarguito come una cosa da non fare.
    E’ sempre molto tenace quella piccoletta.

    Mi piace

  35. an ha detto:

    Non la conoscevo però comprendo il dolore….. leggendo le testimonianza, traspare chiaramente la bella persona che era.

    Mi piace

  36. Andrea Pagliantini ha detto:

    La bella persona che è……

    Mi piace

  37. Marisa De Pascalis ha detto:

    Caro
    Andrea,
    perchè veramente caro mi è diventato, con l’intervento sul suo blog ha
    dato il via ad una serie di commenti che mi rendono orgogliosa della mia
    Chica. Quante persone le hanno voluto e le vogliono bene!
    Già da subito, non appena letto il suo ricordo di Federica, avrei voluto
    contattarla, ma non ce l’ho fatta: troppo forte il dolore. Anche ora
    scrivo tra le lacrime.
    La volevo ringraziare per le cose belle che ha detto di lei: ne ha fatto
    un ritratto perfetto. Era proprio così. Osservatrice attenta era capace
    di cogliere particolari che ai più sfuggivano: fragranze, odori, sapori
    li avvertiva subito e allo stesso modo notava dettagli nele persòne e
    nelle cose. Questa sua capacità la rendeva una lettrice ed un’amante del
    cinema alquanto critica, ma anche un’estimatrice delle opere di valore.
    Lei mi ha fatto ripensare a questa sua caratteristica che io apprezzavo
    molto insieme alla sua pacatezza, la sua serenità di giudizio, la sua
    ironia, la sua allegria…
    A volte invidiovoi, suoi amici, perchè la ricordatebelli dello stare
    insieme,delle chiacchere, delle risate,degli scambi di opinioni…io
    purtroppo faccio fatica a rievocare questa Federica. Tutto intorno a me
    mi ricorda una Federica fragile, sofferente
    , senza speranza, che pure ha lottato quasi sino alla fine.
    Grazie, caro amico per aver offerto a me e ai suoi fratelli ,che tanto
    hanno combattuto per lei, l’opportunità di scoprire che ,oltre ad essere
    la nostra amata Federica, era una persona speciale per tanti che
    l’hanno frequentata o anche solo conosciuta. Un abbraccio dalla sua
    mamma

    Mi piace

  38. Andrea Pagliantini ha detto:

    Signora Marisa, volevo/dovevo contattarla, ma le assicuro che non mi è per niente facile pronunciare dieci parole in linea che non sfociano in commozione da rivolgere a una mamma che ha vissuto dei momenti durissimi poco prima di aver perduto una figlia.
    Un’essenza speziata delicata e fragrante, una filigrana di donna e di bellezza.
    Un fortissimo abbraccio.

    Mi piace

  39. silvia ferretti ha detto:

    L’ultima immagine che ho di Federica è alla stazione di Lecce, che mi sorride e mi saluta… Era l’estate del 2011, avevo appena trascorso cinque giorni con lei, nella sua città, un tempo relativamente breve, ma pieno di tanti momenti che non dimenticherò mai… Le lunghe chiacchierate prima di dormire, con le finestre aperte nel caldo luglio leccese, la pizza con le sue amiche di infanzia, le canzoni di Renato Zero cantate a squarciagola in auto con sua sorella Francesca per trastullare “il ragazzo”, il nipotino di cui Federica era così fiera… Ma anche le serate in cui non avevamo voglia di uscire, e già in pigiama rimanevamo a casa, a chiacchierare con mamma Marisa…
    Federica era bella, di una bellezza che metteva tutti d’accordo, uomini e donne; era elegante, in un modo assolutamente naturale; intelligente ed ironica. Sono stata felice, quasi orgogliosa di farla conoscere ai miei amici fiorentini, e anche chi l’ha vista una volta sola si ricorda benissimo di lei. L’ultima volta che l’ho sentita era sei mesi fa: “i problemi di salute sono tornati”, mi aveva detto, facendomi capire di non avere voglia di parlarne. Cercavo sue notizie su internet, tirando un sospiro di sollievo tutte le volte che non trovavo niente… Poi, qualche giorno fa ho letto, e ho saputo…
    Cara Federica, la tua amicizia mi ha accompagnato solo per un breve tratto, sei anni o poco più, ma sono bastati a volerti un bene infinito. Nel mio computer ci sono ancora le tue mail, che non cancellerò, insieme alle foto di bei momenti passati insieme. Mi dispiace solo di non avere trascorso più tempo insieme a te, è il mio più grande rimpianto. Un pensiero a papà Gavino, che non ho conosciuto, ma di cui Federica mi aveva tanto parlato. Un abbraccio forte a Marisa, Francesca e Claudio: siete una bellissima famiglia e l’amore che vi unisce sarà un grande aiuto per affrontare questo terribile dolore. Sarei felice in futuro di avere vostre notizie: per me sarebbe come continuare a far parte della vita di Federica…
    Silvia da Firenze

    Mi piace

  40. Pingback: Calici di Stelle a Siena e la rondine del Salento vigila dal cielo | Food Blogger Mania

  41. Gavino Coradduzza ha detto:

    E mi manchi, Chicca mia, e mi manchi, Chicca.

    Mi piace

  42. Gavino Coradduzza ha detto:

    E’ ormai un anno, è già un anno, è solo un anno che la rondine vola così in alto che non tutti possono vederla; ma chi ne è capace, può parlare con lei, con la rondine!

    Mi piace

  43. Andrea Pagliantini ha detto:

    Si Gavino, è passato un anno….. un anno in cui si avverte tutto il peso della sua assenza.

    Mi piace

  44. Pingback: La Finestra di Stefania » Calici di Stelle con musica e arte a Siena

  45. Pingback: Calici di stelle 2014 vino, arte e musica a Siena | Andrea Pagliantini

  46. antonio ha detto:

    veramente un’amica vera….quanti consigli saggi mi hai dato federica mia ed ancora ne faccio tesoro….non ti dimentichero’ mai!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...