Il covo nero della Berardenga

Nei giorni scorsi gli inquirenti della Digos di Siena e della Direzione Antimafia di Firenze, hanno smantellato una rete di suonati, nostalgici del ventennio, con i relativi fondi pieni di materiali bellici e espolsivi, per usi non caritatevoli.

La storia è finita agli onori della cronaca sui media nazionali di ogni genere, tanto da far tremare il partitone locale di lotta e di governo, di essere alle soglie di una nuova marcia ai confini della realtà, in una situazione ridicola, ma non tragica.

Nella Berardenga, la situazione è più fluida e resa più evidente dalle manifestazioni alla luce del sole da parte di un “Manipolo di Eroi”, che celebrano le proprie adunate giorno e notte nel centro storico e ZTL del capoluogo.
Il covo nero, è solo un ritrovo di proprietari di autoveicoli di tale colore, che si ritrova a giornata, nella ZTL del capoluogo e la intasa.
Dubbi degli inquirenti sulla presenza di un pandino cremisi: non si sa se si tratta di un affiliato in dubbio portato dalla piena, di un pretendente al club in fase di studio o di un osservatore speciale che monitora le dinamiche di come si ignora da decenni le istanze di chi vuole uscire o entrare in casa senza dover fare un percorso a ostacoli.

Questa voce è stata pubblicata in Berardenga, Cartoline dalla Berardenga, Etruscany, Fotografie 2019, italians, Porcate e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Il covo nero della Berardenga

  1. francesca ha detto:

    Ma che si aspetta a dare una soluzione risolutiva a quei cittadini che la chiedono da decenni?

    "Mi piace"

  2. castellano ha detto:

    Le macchine aumentano e i mezzi di soccorso non passano da nessuna parte!!!!!

    "Mi piace"

  3. Elisabetta Viti ha detto:

    Chiama le Iene…Chissà…

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...