Cartoline dalla Berardenga

“Se ammetterai che la merda in fondo non è cattiva, dovrai mangiarla minimo due volte al giorno.”
Tocca scomodare persino il geniale Ennio Flaiano, per inviare una cartolina da un posto  bellissimo, ma afflitto da sconsiderati, per rimarcare con forza come la perseveranza nel calpestare regole, civile convivenza (e montagne di sanzioni accumulate mai pagate), sia un premio all’arroganza di chi utilizza uno spicchio di storia regolamentata al traffico e alla sosta, come proprio parcheggio a piacimento, bloccando l’accesso sia ai mezzi di soccorso che al passaggio dell’Ecomaratona del Chianti.
Facendosi beffe sia dell’Amministrazione Comunale, sia della Polizia Municipale.

Questa voce è stata pubblicata in Berardenga, Cartoline dalla Berardenga, Etruscany, Federica, Fotografie 2018, italians, La Porta di..... e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a Cartoline dalla Berardenga

  1. Midolla ha detto:

    A Castelfiorentino stessa cosa, solo che a un certo punto amministrazione e vigili, stanchi di essere presi in giro, hanno adottato un modello diverso.
    Quando si trova la macchina con le ganasce alle ruote, ci si pensa bene prima di ricommettere la stessa infrazione o di marciarci sopra non pagando le multe.
    E in questo modo hanno capito il rispetto e l’educazione anche i più sodi.

    Mi piace

  2. tittia ha detto:

    Certi furgoni bianchi e certe macchine nere fanno parte dell’arredo urbano come fioriere, fontane e panchine…tanto qui non c’è la volontà di risolvere il problema… parole, parole, parole da sempre.

    Mi piace

  3. Laura ha detto:

    A Siena le violazione della ztl sono 200 € a botta, a Castelnuovo invece si danno tanti bacini a chi non paga le mute e fa come gli pare…

    Mi piace

  4. bruk ha detto:

    Che l’amministrazione si svegli e cominci a mettere le ganasce alle ruote e con i mezzi che rimangono bloccati fino al pagamento della sanzione, poi passa tutta la presunzione!!!!

    Mi piace

  5. simonetta ha detto:

    Più piccola è la mente, più grande è la presunzione

    Mi piace

  6. bullettaio ha detto:

    Qua oltre a esserci posteggiatori arroganti, ci sono amministratori incapaci di farsi rispettare, e infatti i risutati si vedono bene.
    Macchine in piazza di notte come di giorno, quasi fin dentro la chiesa, lungo il muro della villa, che riducono la strada, poi su al castello non ne parliamo.
    Tanto non c’è la volontà di risolvere i problemi, si dà l’idea dell’isola felice sui giornali, tanto che i problemi si ignorano e si buttano sotta al tappeto. E si premiano gli incivili.

    Mi piace

  7. davide ha detto:

    Gli stronzi vanno sempre medicati e quando si trovano le macchine fermate dalle ganascie, comincerà a capire anche chi non vuol capire…. è l’unica cura.

    Mi piace

  8. Pingback: Le strade chiuse della Berardenga | Andrea Pagliantini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...