Il rione Castello al castello di Vertine

Quando il Rione Castello si muove, si porta dietro le infiltrazioni acquatiche del sottosuolo che si dispersono per i magazzini sottostanti e li riversa per buoni dieci minuti dal cielo, nell’istante esatto in cui le salsicce sono cotte a puntino.
Ne viene fuori un attimo di scoramento e di voglia di andare via, solo che a breve si rifà aria, si levano le tovaglie intinte, timidamente si inizia a sedersi e le pietanze riscaldano l’ambiente prima di servire la grigliata.
Ci sono amarcord, spicchi di un passato lontano che riaffiorano in chi è nato da queste parti e rivede volti dell’infanzia condivisa e da allora mai più rivista.
Frizzina che dal mare chiama per salutare, chi, con i nipoti in braccio assaggia i dolci, prende un caffè, sorseggia un vinsanto e si mescola fra entità vicine e lontane, ma di certo, nello spirito che contraddice sempre il genere umano che fa tappa a Vertine.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Berardenga, Federica, Fotografie 2018, La porta di Vertine, persone e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Il rione Castello al castello di Vertine

  1. cinzia ha detto:

    Possibile che a Vertine siete sempre a mangiare? Neanche foste una contrada di Siena!!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...