Il vescovo di Fiesole Mario Meini, San Bartolomeo e le cuoche del Popolo di Vertine

Fra il galestro friabile e l’alberese sodo, la fede ha sempre patito l’asciutto, ma chi affonda le radici all’interno della porta vera di Vertine ha nella chiesa del popolo di San Bartolomeo le vene che dirigono in storie e spirito di appartenenza e tante pagine scritte dalla fatica e dalla dignità di non chinare il capo.

E’ un’annata ricca di emozioni. Prima il ricordo della strage del ’44 per colpa di una cannonata tedesca celebrata con una colonna di mezzi militari d’epoca, una rievocazione teatrale e l’inaugurazione di una rondine a ricordo realizzata da Fabio Zacchei, poi, per San Bartolomeo l’arrivo del vescovo di Fiesole Mario Meini a celebrare la messa nella nostra chiesetta affollata di gente.
La scintilla per accendere le braci, fare sughi, affettare pane e prosciutto e cenare per le piazzette del paese con lo sguardo rivolto all’alto per avere clemenza dal cielo non per un futuro biglietto per il canto del fuoco di San Pietro, ma più che altro perchè non sentirsi piovere nel capo.
Il vescovo Mario Meini è una persona semplice e alla mano, ma per il suo ruolo è normale si trovi circondato da una cremosa galanteria felpata come a parlare con pecorelle smarrite.
Le donne corazzate del popolo di San Bartolomeo sono le pulegge di un ingranaggio che produce piacere. Ufficiali prussiani ma allo stesso tempo burloni soldati semplici.
Affettare, soffriggere, pepare, mescolare, intingere, cuocere e sorridere.
Un piatto di pasta e mezzo bicchiere di vino quando hanno mangiato tutti e già pensano a cosa cuocere la prossima volta.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Chianti Storico, fare vino, fotografie 2014, La porta di Vertine e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a Il vescovo di Fiesole Mario Meini, San Bartolomeo e le cuoche del Popolo di Vertine

  1. Daniela ha detto:

    Esiste un giorno a Vertine durante il quale non viene grigliato niente?

    "Mi piace"

  2. silvia ha detto:

    Vertine è un ristorante cinque stelle!!!!

    "Mi piace"

  3. minerva ha detto:

    Al fuoco ho visto un guerrigliero ma non ho avuto il coraggio di dirgli niente… sguardo tenebroso con la massima cura per gli spiedi e magari fresco di messa 🙂

    "Mi piace"

  4. francesca ha detto:

    Fa piacere sapere dal blog che c’è stata una cena a Vertine 😦

    "Mi piace"

  5. anna maria ha detto:

    Un grazie di cuore a tutte le cuoche nonchè ad Andrea che deve aver sofferto il caldo dietro a quell’enorme spiedo!!!
    Anche il buon Dio ci ha assistiti evitando di farci tante docce.
    Grazie anche a Pasqualino ed a tutta la sua equipe per un servizio super
    Anna Maria e Riccardo

    "Mi piace"

  6. alessandra ha detto:

    Che profumo fanno queste foto!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    "Mi piace"

  7. manu ha detto:

    Guardo e riguardo queste foto in continuazione mentre rileggo le parole che descrivono la serata e l’anima sempre intatta che contraddistingue questo posto magico.
    Avrei voluto esserci, ma la distanza e gli impegni me lo impediscono, ma con il cuore e con la mente io sono li.

    "Mi piace"

  8. Pingback: La volpe della porta vera di Vertine | Andrea Pagliantini

  9. Pingback: I preti di Vertine dal 1822 al 1978 | Andrea Pagliantini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...